crisi siriana

 Siria, novembre 2012 - I giorni passano, ma si assomigliano tutti all’Agenzia France Presse (AFP), che si sforza di assicurare una prestazione minima di due o tre vittorie o avanzate dei ribelli siriani alla settimana, solo per alimentare la finzione di una insurrezione trionfante e irresistibile. Alla quale però il governo resiste da più di venti mesi (nella foto, la Agence France Presse)

Leggi tutto: Le parole dell'AFP e quelle di Medveded

Write comment (0 Comments)
 Siria, novembre 2012 - Il punto di vista cinese sull'attivismo francese nel sostegno alla opposizione armata siriana. Un articolo del Quotidiano del Popolo, organo del Partito comunista cinese (nella foto, François Hollande)

Leggi tutto: In Siria, la Francia gioca col fuoco più che spegnere l'incendio

Write comment (0 Comments)
 Siria, novembre 2012 - . Il famoso Esercito Libero Siriano non ha mai abbattuto il Mig 23 dell’Esercito Regolare Siriano. Non si tratta di un Mig23 ma di un L39-Albatros, un modellino, che si schianta durante una competizione in Germania. Non è la prima bufala, ma è la prima volta che si coglie questa emittente di propaganda in flagrante delitto di menzogna

Leggi tutto: Esclusivo : Tunisie Secret svela con un video le menzogne di Al-Jazeera

Write comment (0 Comments)
 Siria, novembre 2012 - Dal marzo 2011, in Siria vi è una sedizione la cui violenza è crescente e che spinge il paese verso una grave  guerra civile, con conseguenze per il suo futuro. Un ex attaché militare in Siria e Giordania parla delle dimensioni geostrategiche del conflitto (mappa geostrategica del Medio Oriente, da Limes)

Leggi tutto: La crisi siriana spiegata da uno specialista

Write comment (0 Comments)
 Siria, novembre 2012 - Un gruppo di ribelli siriani ha “arrestato” un giornalista libanese ad Aleppo perché la sua “presenza come giornalista non era desiderata nei territori controllati dai ribelli”. Fidaa Itani, che lavora per la Lebanese Broadcasting Corporation (LBCI) e per diversi altri media, viaggiava nella città di Aleppo sotto la protezione di un gruppo ribelle, quando è stato arrestato e consegnato ad un altro gruppo di ribelli che controlla una cittadina situata a circa 30 chilometri dal porto assediato (nella foto, Fidaa Itani)

Leggi tutto: I ribelli siriani hanno “arrestato” un giornalista libanese per “incompatibilità” giornalistica

Write comment (0 Comments)
 Siria, settembre 2012 -  Le maschere sono cadute… ma l’Occidente non ha ancora deciso di rinunciare alla sua “Teoria del caos costruttivo”, concepito da neoconservatori malati di arroganza, illusi ch’essa avrebbe potuto perpetuare all’infinito la supremazia dell’Occidente e risolverne i problemi, non solo di ordine materiale (energetici e finanziari), ma anche di ordine politico, morale e spirituale (nella foto, il presidente Bachar al-Assad)

Leggi tutto: Siria: I segni premonitori dl fallimento dell’Occidente ?!

Write comment (0 Comments)
 Siria, settembre 2012 -  Quello che è certo è che con questa tattica i gruppi armati terroristi saranno braccati, obbligati a spostarsi di quartiere in quartiere, di casale in casale, di villaggio in villaggio fino all’impasse e poi alla loro estinzione. Vedremo allora se questo occidente persisterà nei suoi funesti progetti (nella foto, terroristi in azione in Siria)

Leggi tutto: E' necessario attivare in Siria dei Gruppi di Legittima Difesa (GLD)

Write comment (0 Comments)
 Siria, settembre 2012 - Di menzogna in menzogna, di manipolazione in manipolazione, l’Occidente, Stati Uniti in testa, continua la sua offensiva contro il resto del mondo per saziare la sua cupidigia e restare la forza dominante, il referente ideologico, politico ed economico. Non abbandona una menzogna e una manipolazione se non per crearne altre più sottili o più stupide. La menzogna che ieri ha fatto cilecca viene subito sostituita da quella di oggi e così di seguito fino a renderla una “verità” che consente di raggiungere l’obiettivo. “In politica, non si condanna la menzogna di ieri se non per favorire la menzogna di oggi” (Jean Rostand) (nella foto, Obama e Netanyahu)

Leggi tutto: La Siria alla prova del “falso flag”, della sovversione, della forza e della resistenza

Write comment (0 Comments)
 Siria, settembre 2012 - Se non la logica, almeno la ragione e la morale ci invitano a interrogarci su questa curiosa schizofrenia dei nostri politici e dei nostri media. Il futuro ci dirà se la nostra fascinazione infantile per il neo-populismo veicolato da Internet e se gli investimenti massicci del Qatar e della Arabia Saudita nelle nostre economie in crisi valgano la compiacenza di fronte alla crescita di una barbarie dalla quale avremmo torto a consideraci al riparo (nella foto, lettura pubblica in una moschea delle opere di Ibn Taymiyyah) 

Leggi tutto: Analisi della situazione in Siria

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - L’Orient Le Jour, un giornale francofono libanese schierato convintamente sul fronte anti-Assad, analizza le divisioni e le meschinità delle bande armate che operano in Siria. E’ una fonte non certo favorevole al governo siriano, tanto che approfitta per battere cassa a favore delle bande armate con la scusa del pericolo di un prevalere degli estremisti islamici (nella foto, un miliziano anti-Assad ad Aleppo il 17 agosto)

Leggi tutto: I ribelli siriani: uniti contro Assad, divisi sul potere e i soldi

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - Non bisogna mai dimenticare che l’obiettivo degli USA-arabo-sionisti è e resterà il rovesciamento del “regime di Damasco” e niente altro! Se questo obiettivo non sarà raggiunto, la lettura politica dovrà essere quella della “sconfitta” di questa NATO desueta, che annuncerà la fine dell’unilateralismo USA nel mondo (nella foto, Lakhdar Brahimi)

Leggi tutto: Lakhdar Brahimi, l'ultima carta prima del fallimento?

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - Il filosofo “umanista” BHL ritiene che sia tempo che il capo di Stato francese, François Hollande, segua l’esempio di Nicolas Sarkozy e della sua gestione del conflitto libico. Col cuore affranto, BHL non riesce più a nascondere la sua delusione nei confronti del presidente Hollande che, secondo lui, ha dimenticato le promesse che aveva fatto durante la campagna elettorale (nella foto, Bernard Henri-Levy, oramai solo BHL)

Leggi tutto: Dell'intervento militare in Siria: a chi credere, a BHL o a Jalili?

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - Il terrorismo è diventato tanto un’arma utilizzata da gruppi ed organizzazioni contro i governi per imporre i cambiamenti desiderati, che uno strumento di guerra di destabilizzazione di paesi, allo scopo di rovesciare i regimi ostili. Questa violenza consiste nel creare confusione nelle popolazioni attraverso attentati, assassinii e sabotaggi per indebolire e meglio dominare.

Leggi tutto: La Siria, teatro decisivo della lotta tra i “Grandi”

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - L’esercito regolare ha preso il controllo del centro di Aleppo, capitale economica siriana, e si prepara a ripulirla dai ribelli. L’operazione potrà richiedere diversi giorni tenuto conto del dedalo di vicoli dei quartieri storici. Gli esperti ritengono che quanto accaduto segni una svolta a favore delle truppe governative (nella foto, Bachar al-Assad)

Leggi tutto: L'Occidente vuole piegare la Siria a colpi di esercitazioni militari

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - Le speranze del capo del Pentagono, Leon Panetta, che la presa da parte dei ribelli della città siriana di Aleppo avrebbe permesso di ficcare “l’ultimo chiodo nel coperchio della bara” di Bachar al-Assad non sono giustificate (nella foto, l'esercito siriano controlla Aleppo)

Leggi tutto: La Battaglia per Aleppo: una svolta o un successo temporaneo?

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - The Voice of Russia ha pubblicato una intervista in più parti ad un Siriano che abita attualmente in Francia, la cui famiglia risiede però nella città di Aleppo. Quest’uomo aveva già pubblicamente manifestato il suo parere, ma dopo avere ricevuto minacce di morte ed essere stato vittima di molestie telefoniche, aveva preferito ritirarsi, chiudere i suoi account suoi social network e disdire l’abbonamento a internet. Dopo alcuni mesi, i recenti avvenimenti lo spingono a parlare di nuovo, in un anonimato comprensibilissimo (nella foto, ribelli siriani molto bene armati)

Leggi tutto: Cronaca siriana. Intervista ad un Siriano che risiede in Francia (parte prima)

Write comment (0 Comments)
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2022