crisi siriana

 Crisi siriana, settembre 2013 - Parla la consigliera politica del Presidente Assad, Bouthaina Shaaban: "Perché non vogliono aspettare i risultati dell'inchiesta della commissione neutrale delle Nazioni Unite? Perché ripetono le stesse menzogne che hanno già usato per invadere l'Iraq? Intendono così costruire la democrazia? Ma allora perché gli Stati Uniti si sono alleati con paesi arabi, l'Arabia Saudita e il Qatar, che non hanno nemmeno una Costituzione? (nella foto, Bouthaina Shaaban)

Leggi tutto: Che cosa è successo veramente il 21 agosto ?

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, settembre 2013 - Una foto  sul New York Times riprende i "ribelli" siriani mentre uccidono a sangue freddo dei soldati di Assad. Come la mettiamo con la propaganda di Obama e del suo segretario di Stato John Kerry, secondo cui è Assad il criminale che ha sterminato il suo stesso popolo? Già Putin, al G20, ha detto che Kerry "mente, sapendo di mentire", ma fatevi anche voi un'idea, guardate il video che pubblichiamo qui sotto: decine e decine di soldati di Assad giustiziati e decapitati da "ribelli" siriani che non hanno niente a che vedere, non solo con la democrazia, ma con la stessa più elementare umanità (nella foto, la prima pagina del New York Times)

Leggi tutto: I massacri dei "ribelli"siriani

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, settembre 2013 - Nei giorni scorsi è apparsa sul quotidiano francese Le Figaro una intervista al Presidente siriano Bachar el Assad. In uno stile fermo e pacato, il Presidente ha esposto il suo punto di vista, pervenendo anche all'ovvia conclusione che, se Francia attaccherà militarmente la Siria, sarà considerata un nemico. La stampa francee, che oramai vive solo di manipolazione, ha denunciato istericamente le "minacce" di Assad, come se l'attacco militare che Hollande prepara non fosse niente (nella foto, il Presidente Assad) 

Leggi tutto: Difendo l’indipendenza e la dignità della Siria contro fondamentalisti e terroristi

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, settembre 2013 - L’ONU può ancora giocare un ruolo per la pace, mentre uno dei suoi membri viene minacciato dagli Stati Uniti. Thierry Meyssan chiede di porre fine alla crisi siriana, come quella di Suez, indicendo una "sessione speciale di emergenza" dell’Assemblea Generale (nella foto, l'Assemblea Generale dell'ONU)

Leggi tutto: Nei prossimi otto giorni, la pace è possibile in Siria

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, settembre 2013 - Dale Gavlak è corrispondente dal Medio Oriente per Mint Press. Lo è stata anche per l'Associated Press, NPR e BBC. Ha intervistato alcuni abitanti del sobborgo di Damasco (Ghuta), dove si sarebbe verificato il famoso attacco chimico, e anche medici e "ribelli". Tutti costoro hanno dichiarato che sono stati i "ribelli" a provocare le esplosioni, manipolando incautamente le armi chimiche provenienti dall'Arabia Saudita, per il tramite del principe Bandar bin Sultan (nella foto)

Leggi tutto: Le prove ci sono, ma contro i “ribelli”

Write comment (0 Comments)

 Crisi siriana, agosto 2013 - I governi USA e inglese non hanno rivelato nessuna delle “prove concludenti” che pretendono di avere sull’uso di armi chimiche da parte del governo siriano. Ascoltando le loro voci, osservando le loro espressioni, fissandoli negli occhi, risulta evidente che John Kerry e le sue marionette mentano in modo spudorato. E’ qualcosa di ancora più vergognoso delle enormi menzogne che Colin Powel raccontò all’ONU a proposito delle armi irachene di distruzione di massa (Di lato, la storica foto dei bambini vietnamiti bombardati al napalm dall'aviazione degli Stati Uniti)

Leggi tutto: Siria: un altro crimine di guerra occidentale in preparazione

Write comment (0 Comments)
 Crisi sirana, agosto 2013 - Dall’Egitto di Sissi all’Iran, passando per la Russia e l’America Latina, si moltiplicano le prese di posizione contro la guerra

Leggi tutto: Siria. Si risveglia il fronte antiguerra

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, agosto 2013 - L’amministrazione USA si trova di fronte a un vero dilemma. Se si astiene dal mettere in opera le sue minacce contro la Siria, riceverà un grave smacco che avrà ripercussioni decisive sulla leadership mondiale che pretende di avere. Se decide di passare all’azione, rischia di provocare una risposta inattesa, della quale non è disposta a sopportare le conseguenze, che potrebbero essere una guerra regionale globale. Nell’uno e nell’altro caso, gli Stati Uniti sono perdenti      

Leggi tutto: Siria, l’Occidente in trappola

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, agosto 2013 - Ebbene, vi è certamente disinformazione quando le agenzie di stampa, che non possono avere corrispondenti in territorio siriano, utilizzano le immagini delle agenzie locali favorevoli ai ribelli, come l’Osservatorio siriano per i diritti dell’uomo, le cui fonti a sua volta sono le reti del blogger, o ancora l’agenzia ufficiale dei ribelli, Shaam News (nella foto, le immagini scioccanti relative al presunto uso di armi chimiche)

Leggi tutto: Armi chimiche in Siria, lo spettro della disinformazione

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, agosto 2013 - Ho notato che, quando Obama comincia a parlare con la voce della ragione, come in questo caso, vuol dire che in realtà parte a tutta velocità nella direzione opposta. Più passa il tempo a spiegare fino a qual punto un attacco contro la Siria sarebbe ingiusto, illegale, stupido e immorale, più potete essere sicuri che è precisamente quello che si appresta a fare (nella foto, il presidente Obama)

Leggi tutto: Mentire sulla Siria, e le menzogne dei bugiardi che mentono a proposito di questa bugia

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, agosto 2013 - La Siria non è mai stata così vicina ad un attacco da parte degli Stati Uniti e, con ogni evidenza, la decisione è già stata presa. Dopo avere fatto la scelta tattica, non resta che passare il Rubicone. Ma qui nascono i problemi (nella foto, il presidente Obama in una posa poco adatta alla gravità della crisi)

Leggi tutto: Siria : l’ingerenza straniera destabilizzerà la situazione geopolitica

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, agosto 2013 - In una intervista esclusiva accordata a La Voix de la Russie, Thierry Meyssan, fondatore del Reseau Voltaire, spiega perché le dichiarazioni degli alleati occidentali sul conflitto siriano non saranno seguite da una vera operazione militare (nella foto, Thierry Meyssan)

Leggi tutto: Le minacce di intervento in Siria: un mezzo per mettere alla prova Russia e Iran

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, agosto 2013 - Il gas Sarin a Damasco? E’ un crimine jihadista. E Fabius – Hollande – Bernard Henri Levy mentono. E, insieme a loro, tutti i media della NATO. Ma questa non è una novità. Ecco le prove in video, filmate dalla TV siriana e da Russia Today, l’emittente russa (nella foto, jihadisti in Siria)

Leggi tutto: Gas Sarin: Sono stati i “ribelli” e non l’esercito di Assad

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, agosto 2013 - Il coinvolgimento diretto di Israele nella guerra civile è stata segnalata più volte negli ultimi mesi, anche dal generale Salim Idriss, capo di stato maggiore dell’ESL, che ha dichiarato nell’aprile 2013, in una intervista alla CNN, che vi erano “molti, molti” ufficiali dei servizi di intelligence israeliani che operavano in Siria (nella foto, soldati israeliani)

Leggi tutto: « Molti, molti » agenti segreti israeliani in Siria

Write comment (0 Comments)

 Crisi siriana, agosto 2013 - I Russi sono in possesso di prove che dimostrano come gli attacchi chimici siano opera dei miliziani dell’insurrezione e non delle forze regolari, come hanno tentato di far credere i responsabili dell’opposizione armata siriana e i loro alleati occidentali e arabi. Sono prove costituite da foto e documenti che mostrano i proiettili sparati a partire dalle regioni controllate dagli insorti e sono state presentate  dai rappresentanti russi alle Nazioni Unite nella notte tra il 21 e il 22 agosto scorso
 

Leggi tutto: Le armi chimiche sono state usate dai "ribelli"

Write comment (0 Comments)
 Crisi siriana, agosto 2013 - L’Arabia Saudita lavora alla creazione di un blocco di governi ed eserciti sunniti nella regione, idoneo a contrastare l’Iran e i suoi alleati sciiti, vale a dire l’Iraq, il Libano, la Siria. Lo afferma il sito iraniano Tabnak, che dedica una analisi alla questione...

Leggi tutto: Siria: Il “complesso” piano di Ryad per colpire l’Iran

Write comment (0 Comments)
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2022