Occupazione della Palestina

Bambini prigionieri


Sono molti gli orrori della occupazione israeliana della Palestina. Gli omicidi mirati, per esempio, una pratica che il governo israeliano condivide nel mondo solo con l'amministrazione USA, i clan mafiosi e i narcotrafficanti. Si tratta di sentenze di morte pronunciate ed eseguite senza altra procedura che non sia quella di premere un grilletto (o sganciare una bomba, o spedire un aereo killer).

O la detenzione amministrativa, senza accuse e senza processo, che può prolungarsi per mesi a discrezione delle autorità di occupazione.

E i bambini prigionieri. Oggi anno circa 700 bambini e adolescenti palestinesi vengono arrestati dall’esercito israeliano. I minori vengono interrogati in assenza di un avvocato e di un membro della famiglia. Sono comuni testimonianze di maltrattamenti, e in alcuni casi di torture, la stragrande maggioranza dei minori confessa durante gli interrogatori. Qui sotto potete vedere il video di una breve intervista a We'aam Ettammimy,
un bambino di 12 anni, arrestato con tutta la famiglia per avere protestato contro i coloni israeliani che si erano impossessati della fonte d'acqua che sgorga sulla terra di loro proprietà.

 

Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2019