Migliaia di laureati sono stati inviati nelle campagne cinesi come parte di un piano che assomiglia alla Rivoluzione Culturale (1966-1976). Ma la rivoluzione culturale è stata un'ondata di repressione contro i borghesi considerati una minaccia per il processo rivoluzionario avviato dal presidente Mao Zedong e dal Partito Comunista Cinese (PCC). Tuttavia questa volta l'esodo rurale ha obiettivi molto diversi.

Durante la Rivoluzione Culturale, milioni di persone furono perseguitate, ad esempio gli  studenti furono trasferiti in campagna per apprendere lo spirito della rivoluzione comunista. "Andare a lavorare in campagna e nelle zone di montagna" era obbligatorio per ogni studente delle città. Ma 33 anni dopo, gli studenti vanno volontariamente con l'obiettivo di diffondere i risultati delle società urbane. "Ci mandano in campagna perché qui hanno bisogno di cervelli", ha detto Lin Na, un laureato in giurisprudenza a capo di una nuova indagine statistica sull'economia a Yanqing, la città principale della contea Yanqing, che si trova a circa 80 chilometri a nord-ovest del centro di Pechino.

Circa il 10% dei 2.000 laureati che servono come consiglieri nelle contee nei dintorni di Pechino lavorano nella città di Yanqing,nel progetto cun Guan, che ha avuto inizio nel 1996. Guan Cun  significa “consiglieri rurali”. Ci saranno 100.000 posti di lavoro Guan cun disponibili fino al 2010, secondo il governo centrale. Pechino prevede di aumentare il numero di offerte di lavoro Cun Guan nelle regioni povere della Cina occidentale, da  offrire ai neolaureati che non riescono a trovare un lavoro a causa della crisi globale. Lo stipendio mensile di un lavoratore pechinese Guan cun va dai 2.000 yuan ai 3.000 yuan (US $ 293 - $ 440) al mese.

Dopo un periodo di tre anni di servizio, i Guan cun vengono premiati con un posto di lavoro permanente di funzionario civile. Per questo motivo molti laureati fanno richiesta per un posto come Cun Guan. La maggior parte degli studenti che lavorano come consiglieri rurali non avevavno il punteggio richiesto per ottenere immediatamente un posto di funzionario pubblico.

Inoltre i laureati, provenienti da famiglie contadine, godono di un permesso di soggiorno permanente per la città in cui hanno studiato. Questo significa che possono tornare a lavorare lì, dopo aver scontato tre anni in campagna. In passato, una persona poteva vivere e lavorare solo nel luogo di residenza. Oggi, le persone possono vivere e lavorare in una città senza permesso di soggiorno (come ad esempio i lavoratori migranti rurali), ma non hanno accesso ai benefici di cui godono i residenti come le sovvenzioni del governo in materia di alloggi, cure mediche e istruzione per i loro figli.

Wang ha detto che gli studenti vogliono diventare Guan cun anche  perché seguono l'insegnamento del Partito Comunista che li invoglia "ad essere i primi ad offrirsi volontari per il popolo". E aggiunge, "Mao Zedong ha detto che ci sono molte cose da fare nelle zone rurali. Questo è vero ancora oggi.
Dopo decenni di silenzio, gli studiosi stanno ricominciando a guardare alla Rivoluzione Culturale. In Cina c'è un nuovo interesse per quel periodo della storia, ma questa tendenza è principalmente incentrato sui suoi aspetti positivi.  Zhang Yinde, docente di letteratura comparata presso l'Università di Parigi III, ha scritto nel libro "La pensée en Chine aujourd'hui" (pubblicato da Gallimard), una breve sintesi di quelle opinioni che sostengono che la rivoluzione culturale "sia stata un’alternativa all’egemonia del capitalismo e che tuttora propone una serie di soluzioni a problemi provocati dal capitalismo nella sua espansione internazionale ".

l 45 consiglieri rurali che risiedono a Xianying rappresentano quasi la metà del totale del personale operante nell'amministrazione locale. Dicono che i loro doveri quotidiani sono estenuanti. Sono  suddivisi in squadre di due. Nel distretto assegnatogli devono rispondere ad eventuali dubbi che gli agricoltori possono avere  nell’assistere l'ufficio comunale di arbitrato e nell’attività statistica utile per analizzare lo sviluppo economico e sociale della zona. Di solito sono responsabili per l’insegnamento del computer ai contadini o nell’aiutarli a compilare moduli ufficiali. Gli vengono assegnate missioni determinate a seconda della loro formazione accademica.

Jia, uno dei membri del team di Wang, è un esperto in materia di prevenzione delle malattie e controlla spesso i servizi ambulatoriali, controlla la distribuzione dei vaccini e insegna le procedure di pronto soccorso alle infermiere. Zhang ha 25 anni e ha una laurea in economia. Egli deve mostrare ai contadini il modo migliore per massimizzare i loro benefici:"Dico loro che per guadagnare di più dovrebbero coltivare un certo tipo di frutta a seconda della situazione dei prezzi sul mercato. Dico loro che per avere più successo dovrebbero mettere in comune le piantagioni o che dovrebbero fittare parte della terra che non usano”.

L'esperienza rurale potrebbe aiutare questa giovane generazione, che potrebbe formare la prossima leadership cinese, a comprendere le problematiche delle regioni più popolate del paese. E 'anche un'opportunità per avere un'esperienza diretta delle prime elezioni libere in Cina: le elezioni dei consigli di viallggio e delle commissioni. La maggior parte dei sindaci delle campagne, sono membri del PCC. La maggior parte dei consiglieri rurali provengono dal partito, ma ci sono casi come il distretto assegnato a Wang, dove il sindaco negli ultimi 12 anni non è mai stato membro del PCC.

fonte: Asia Times

Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2020