crisi siriana

 Siria, agosto 2012 - Il filosofo “umanista” BHL ritiene che sia tempo che il capo di Stato francese, François Hollande, segua l’esempio di Nicolas Sarkozy e della sua gestione del conflitto libico. Col cuore affranto, BHL non riesce più a nascondere la sua delusione nei confronti del presidente Hollande che, secondo lui, ha dimenticato le promesse che aveva fatto durante la campagna elettorale (nella foto, Bernard Henri-Levy, oramai solo BHL)

Leggi tutto: Dell'intervento militare in Siria: a chi credere, a BHL o a Jalili?

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - Il terrorismo è diventato tanto un’arma utilizzata da gruppi ed organizzazioni contro i governi per imporre i cambiamenti desiderati, che uno strumento di guerra di destabilizzazione di paesi, allo scopo di rovesciare i regimi ostili. Questa violenza consiste nel creare confusione nelle popolazioni attraverso attentati, assassinii e sabotaggi per indebolire e meglio dominare.

Leggi tutto: La Siria, teatro decisivo della lotta tra i “Grandi”

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - L’esercito regolare ha preso il controllo del centro di Aleppo, capitale economica siriana, e si prepara a ripulirla dai ribelli. L’operazione potrà richiedere diversi giorni tenuto conto del dedalo di vicoli dei quartieri storici. Gli esperti ritengono che quanto accaduto segni una svolta a favore delle truppe governative (nella foto, Bachar al-Assad)

Leggi tutto: L'Occidente vuole piegare la Siria a colpi di esercitazioni militari

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - Le speranze del capo del Pentagono, Leon Panetta, che la presa da parte dei ribelli della città siriana di Aleppo avrebbe permesso di ficcare “l’ultimo chiodo nel coperchio della bara” di Bachar al-Assad non sono giustificate (nella foto, l'esercito siriano controlla Aleppo)

Leggi tutto: La Battaglia per Aleppo: una svolta o un successo temporaneo?

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - The Voice of Russia ha pubblicato una intervista in più parti ad un Siriano che abita attualmente in Francia, la cui famiglia risiede però nella città di Aleppo. Quest’uomo aveva già pubblicamente manifestato il suo parere, ma dopo avere ricevuto minacce di morte ed essere stato vittima di molestie telefoniche, aveva preferito ritirarsi, chiudere i suoi account suoi social network e disdire l’abbonamento a internet. Dopo alcuni mesi, i recenti avvenimenti lo spingono a parlare di nuovo, in un anonimato comprensibilissimo (nella foto, ribelli siriani molto bene armati)

Leggi tutto: Cronaca siriana. Intervista ad un Siriano che risiede in Francia (parte prima)

Write comment (0 Comments)
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2018