crisi siriana

 Siria, settembre 2012 - Di menzogna in menzogna, di manipolazione in manipolazione, l’Occidente, Stati Uniti in testa, continua la sua offensiva contro il resto del mondo per saziare la sua cupidigia e restare la forza dominante, il referente ideologico, politico ed economico. Non abbandona una menzogna e una manipolazione se non per crearne altre più sottili o più stupide. La menzogna che ieri ha fatto cilecca viene subito sostituita da quella di oggi e così di seguito fino a renderla una “verità” che consente di raggiungere l’obiettivo. “In politica, non si condanna la menzogna di ieri se non per favorire la menzogna di oggi” (Jean Rostand) (nella foto, Obama e Netanyahu)

Leggi tutto: La Siria alla prova del “falso flag”, della sovversione, della forza e della resistenza

Write comment (0 Comments)
 Siria, settembre 2012 - Se non la logica, almeno la ragione e la morale ci invitano a interrogarci su questa curiosa schizofrenia dei nostri politici e dei nostri media. Il futuro ci dirà se la nostra fascinazione infantile per il neo-populismo veicolato da Internet e se gli investimenti massicci del Qatar e della Arabia Saudita nelle nostre economie in crisi valgano la compiacenza di fronte alla crescita di una barbarie dalla quale avremmo torto a consideraci al riparo (nella foto, lettura pubblica in una moschea delle opere di Ibn Taymiyyah) 

Leggi tutto: Analisi della situazione in Siria

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - L’Orient Le Jour, un giornale francofono libanese schierato convintamente sul fronte anti-Assad, analizza le divisioni e le meschinità delle bande armate che operano in Siria. E’ una fonte non certo favorevole al governo siriano, tanto che approfitta per battere cassa a favore delle bande armate con la scusa del pericolo di un prevalere degli estremisti islamici (nella foto, un miliziano anti-Assad ad Aleppo il 17 agosto)

Leggi tutto: I ribelli siriani: uniti contro Assad, divisi sul potere e i soldi

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - Non bisogna mai dimenticare che l’obiettivo degli USA-arabo-sionisti è e resterà il rovesciamento del “regime di Damasco” e niente altro! Se questo obiettivo non sarà raggiunto, la lettura politica dovrà essere quella della “sconfitta” di questa NATO desueta, che annuncerà la fine dell’unilateralismo USA nel mondo (nella foto, Lakhdar Brahimi)

Leggi tutto: Lakhdar Brahimi, l'ultima carta prima del fallimento?

Write comment (0 Comments)
 Siria, agosto 2012 - Il filosofo “umanista” BHL ritiene che sia tempo che il capo di Stato francese, François Hollande, segua l’esempio di Nicolas Sarkozy e della sua gestione del conflitto libico. Col cuore affranto, BHL non riesce più a nascondere la sua delusione nei confronti del presidente Hollande che, secondo lui, ha dimenticato le promesse che aveva fatto durante la campagna elettorale (nella foto, Bernard Henri-Levy, oramai solo BHL)

Leggi tutto: Dell'intervento militare in Siria: a chi credere, a BHL o a Jalili?

Write comment (0 Comments)
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2018